Alea iacta est: il Cammino di Santiago (viator in fabula n. 2)

Caro lettore, ti vedo scalpitare dietro lo schermo, frughi tra le foto scattate la scorsa estate, chino sul diario che hai scritto tappa dopo tappa. O magari sei un aspirante pellegrino (ricordami di tornare presto su questa parola), diciamo pure un pellegrino classico: uno di quelli che usa la macchina per andare dal panettiere dietro l’angolo, e ora che ti sei messo in testa di fare un milione e mezzo di passi, eh, non sai che pesci pigliare. E sia, dunque, parliamo di Santiago. E voglio davvero venirti incontro, per cui ti dico: non parliamo – per stavolta – del Camino del Nord, della Via de la Plata, dell’Aragonese, o del Portoghese, dell’eccetera eccetera, no. Parliamo proprio del top, quello che batte ogni guinness di presenze: il Cammino Francese.
(continua a leggere QUI)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in laic pilgrimages. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...